loading

 

  • Alta tensione: tecnici specializzati verificano le batterie agli ioni di litio e si dedicano alla loro manutenzione
  • Tanta esperienza: a Rüsselsheim ci si occupa di sistemi a trazione elettrica da dieci anni
  • Centralizzato: questa struttura aziendale è in grado di fornire rapidamente assistenza per i clienti di tutta Europa

 

Rüsselsheim.  Da dieci anni i clienti Opel possono scegliere di guidare auto elettriche o con motori a combustione interna. La prima fu la Opel Ampera nel 2011, seguita dalla Ampera-e e dai modelli attuali, dalla Corsa-e alla Zafira-e Life. Parallelamente ai propri veicoli elettrici, Opel ha creato un servizio per la manutenzione delle batterie ad alta tensione. La struttura costruita dieci anni fa per la Opel Ampera è stata ora ammodernata. Adesso infatti il centro verifica e, se necessario, ripara anche le batterie di tutti i veicoli del costruttore sulla piattaforma eCMP (p.es. Opel Corsa-e, Mokka-e) e Opel Combo-e, Vivaro-e e Opel Zafira-e Life. Entro la fine dell’anno, Opel avrà su strada ben nove modelli elettrici e offrirà una versione elettrificata di ogni modello entro il 2024.

“Nel corso degli anni abbiamo accumulato molta esperienza con le batterie agli ioni di litio”, dichiara Marcus Lott, Managing Director Engineering di Opel. “Un guasto è un evento estremamente raro ma se avviene studiarne la causa e procedere alle dovute riparazioni sono compiti riservati agli specialisti. Adesso mettiamo la nostra competenza a disposizione dell’intera azienda e siamo in grado di fornire rapidamente tutto il supporto necessario”.

Opel ha significativamente ampliato e modernizzato il “Battery Refurbishment Center” di Rüsselsheim. Tutti i dipendenti sono elettricisti professionisti formati per lo standard di livello 5 dell’alta tensione. I tecnici si occupano dei casi che i concessionari di tutta Europa non sono in grado di gestire. Lo scorso anno si è trattato in totale di circa 100 difetti di vetture con fino a dieci anni di età dove la centralina o, nel peggiore dei casi, la cella di una batteria aveva smesso di funzionare. La batteria a quel punto giunge a Rüsselsheim, dove il pacco sigillato viene aperto dagli specialisti dell’alta tensione. La cella che non funziona viene sostituita e l’intera batteria torna al cliente. In caso di danno più grave – per esempio dopo un incidente – a Rüsselsheim è sempre disponibile un numero sufficiente di batterie di scorta ricondizionate. In cambio il cliente riceve una batteria di ricambio.

Solo il centro di Rüsselsheim è autorizzato ad aprire le batterie danneggiate. Le unità sigillate vengono aperte dagli esperti di alta tensione. Le celle danneggiate vengono sostituite e la batteria completa funzionante viene inviata al magazzino per essere usata come ricambio ricondizionato.

Torna all'inizio